STANZE

Fare teatro può essere come costruire una mandala di sabbia. un rituale sacro che terminato, si lascia portare via dal vento.

Montare uno spettacolo nasconde sotto, forse, altri bisogni: stare insieme, lavoraree con un obiettivo comune, sentirsi parte di qualcosa; cose sempre più rare nelle nostre vite.

C’è chi ha detto che l’amore per qualcosa si manifesta nei piccoli gestik apparentemente inutili e in quanto di te gli dedichi.

Dopo aver composto la sceneggiatura, conosciuto la recitazione, provato l’interpretazione, esserci confrontati con i mestieri del teatro (elettricista, falegname, pittore…) abbiamo amalgamato il tutto.

Ora ci è rimasto un ultimo bisogno: il pubblico.

Produzione: 1996

REGIA: Gianluca Righetti

MUSICHE: Federico Gavioli

TRUCCO: Rosalba Sghedoni

Personaggi ed interpreti
Sig.na Venturi Marina Pignatti
Viola Cecilia Serrdimigni
Egidio Roberto De Sarno
Mercante Enrico Solmi
Musicista di strada Raul
Spirito 1 Giorgio Armocida
Spirito 2 Roberto De Sarno
Spirito 3 Franco Covili
Albergatrice Antonella Rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.